Recital del M° Leo Caligiuri

    Il tour pugliese di Piano Lab prosegue mercoledì 19 agosto alle ore 18.30 nella Masseria Lo Jazzo di Ceglie Messapica con un altro pianista di grande talento: il jazzista Leo Caligiuri.

    Al via la quarta tappa dei concerti itineranti in #Puglia di #PianoLab2020, dedicati alla magica combinazione tra musica e luoghi.

    Ticket Pass €10+5€ prev. – Free pass bambini fino a 10 anni

    Biglietti disponibili su Vivaticket

    * 𝗕𝗶𝗼 𝗟𝗲𝗼 𝗖𝗮𝗹𝗶𝗴𝗶𝘂𝗿𝗶 *
    Leonardo Caligiuri inizia gli studi batteristici a 8 anni, piu tardi intraprende lo studio delle percussioni inizialmente sotto la guida del M. Patrizio Borlenghi dove si concentra soprattutto sulle tastiere e successivamente entra nella classe del M° Danilo Grassi al Conservatorio ” A.Boito ” di Parma.

    Contemporaneamente si avvicina al pianoforte e alle tastiere sviluppando fin da subito una notevole capacità esecutiva e compositiva. A 17 anni inizia una profonda collaborazione con il cantante e poeta bolognese Gianni Venturi che sfocia nella nascita del progetto Altare Thotemico.

    Nel 2009 il gruppo incide il primo album registrato nello studio Prosdicimi Recording e distribuito dalla MaRaCashRecords, l’album si piazza primo in Italia e terzo nel mondo come miglior debutto ai prestigiosi “ Prog Awards 2010 ”. A quattro anni di distanza esce il secondo album ” Sogno Errando ” che riscuote un grande riscontro dalla critica nazionale ed internazionale.

    Non ancora ventenne approfondisce le tecniche d’improvvisazione, frequentando il triennio di jazz dove è seguito dai maestri Alberto Tacchini, Roberto Bonati e Roberto Dani partecipando a diverse masterclass tra cui quelle con ” Bruno Tommaso, Roberto Bonati Trio, Gianluigi Trovesi e Misha Alperin”. Nel contempo scopre anche la passione per la musica antica e inizia gli studi clavicembalistici con il M° Francesco Baroni, proseguendo anche gli studi di pianoforte classico con il M° Gianpaolo Nuti.

    Nel 2011 collabora con l’orchestra ” Ruvido Insieme ” diretto dal M° Roberto Bonati.
    Nel 2012 collabora con il coro delle voci bianche del Teatro Regio ” Ars Canto Giuseppe Verdi” diretto dalla Gabriella Corsaro.
    Nel 2013 nasce il “Calandra Trio” con Stefano Carrara (contrabbasso) e Francesco Di Lenge (batteria) e incidono due album,il primoacustico “Catch Up” e il secondo elettrico “Chatterbox” dove si aggiunge come ospite il chitarrista Michele Bianchi, entrambi i dischi usciti con l’etichetta “Music Center”(Milano). Nota la collaborazione con Claudio Baglioni che li vede sul palco del “Piano & Jazz” di Ischia insieme a Danilo Rea e Paolo Fresu.

    Nel 2016 Three Generations è un progetto che nasce dall’incontro tra Leo Caligiuri e il batterista Christian “Chicco”Capiozzo, collaborando in diverse situazioni decidono di formare un trio completato dal maestro Ares Tavolazzi al contrabbasso. Il trio propone un repertorio principalmente di brani inediti e rivisitazioni personali di standards jazz e brani del repertorio pop internazionale.Il trio vanta prestigiose collaborazioni con grandi nomi del panorama jazzistico italiano e internazionale tra cui: Flavio Boltro, Stefano Di Battista, Mario Biondi e Enrico Rava.
    Nel 2018 a Cariati il suo paese natio gli viene consegnato il premio “ LegatumCalabriae “ con la nomina di Ambasciatore di Calabria.

    Dettagli Evento
    Partners